Login Register

Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Differenze fra E+G e kit
#1
Qualcuno mi può dire quali sono le macro differenze che si affrontano passando da kit ad E+G? Principalmente mi interessano le fasi in più o in meno che compongono la creazione di una birra E+G ed al livello di maggior precisione o tempo che questa richiede rispetto al kit.
Grazie

Inviato dal mio SM-G903F utilizzando Tapatalk
Cita messaggio
#2
Le differenze non sono tante, il tempo ovviamente è maggiore ma il tutto fattibile in cucina casalinga, riassumendo le differenze e accessori in più necessari:
Un pentola abbastanza capiente, sui 20 lt va bene, si lavora in concentrato cercando di non scendere sotto il 50 % (cioè bollitura circa 14/15 litri e finale su 23/25 lt.
Un buon termometro.
Una serpentina per il raffreddamento
Una sacca per l'infusione dei grani.
Un programma per la creazione delle ricette (ce ne sono diversi online)
Un bilancia da cucina (meglio se elettronica )
In sintesi la procedura:
metti in infusione i grani speciali (in base alla ricetta) in una sacca alla temperatura di 68°, cercando di mantenerla piuttosto costante, per circa 1 ora. Rimuovi la sacca (puoi anche fare un lavaggio delle trebbie con acqua a circa 70/72°) e la strizzi ma molto delicatamente altrimenti rischi di estrarre tannini.
Aggiungi l'estratto (secco o liquido) mescola bene a porta ad ebollizione.
Quando inizia a bollire aggiungi il luppolo da amaro e continui per 1 ora, tenendo conto delle aggiunte successive dei luppoli di aroma, in base sempre alla ricetta.
Raffredda il più velocemente possibile, non ossigenando il mosto però, cioè non travasarlo in altro contenitore, in questa fare è meglio usare una serpentina o un controflusso.
Successivamente versi il contenuto nel fermentatore (non superare i 30°), se hai messo i luppoli liberi in bollitura devi anche filtrare, aggiungi acqua fino alla capacità della ricetta, ossigeni e aggiungi il lievito.
Da quì la procedura è identica ai kit
Io generalmente utilizzo estratto secco, si conserva meglio, anche se è un po' laborioso per lo scioglimento
Le differenze non sono tantitssime (soprattutto rispetto all'AG) ma posso assicurarti che i risultati sono molto soddisfacenti
Per altri dubbi/consigli chiedi pure.

Ciao
Cita messaggio
#3
Ciao,
Metto le mani avanti dicendo che sono assolutamente un neofita che dopo qualche kit si sta domandando se passare o meno all'e+g, quindi in quello che scrivo potrei aver omesso particolari importanti e mi scuso fin dal principio.

Veniamo alla mia domanda: a fronte dell'investimento più o meno di 300 euro (pentola+serpentina per i classici 23 lt) che vantaggio di prodotto ho rispetto ai kit? Il prodotto finale è migliore/più e sano/genuino?

Facendo i conti della serva le materie prime (per una cotta di 23 lt) sono più costose:

malto in grani 5 kg: 10-12 euro
Estratto di malto 1kg: 8-9 euro
100g di luppolo in pellets: 4 euro
bustina lievito: 2-3 euro

Che esce 25-30 euro, andando a vedere i kit e+g già apronti si invece va sui 35-40 euro.
Un kit viene sui 15-18 euro

Altro problema è il fatto che malti e luppoli vanno mischiati in varie qualità e quantità e si finirebbe per avere mille sacchettini mezzi aperti difficilmente poi riutilizzabili.

Quindi alla fine, cosa vi ha fatto passare all'e+g, la sola voglia di sperimentare?
Cita messaggio
#4
No, che differenza c'è tra una birra commerciale e una buona artigianale, a parte il prezzo?
Nei kit non sai come sono fatti, con che malto, luppolo e lievito.
La differenza tra un kit pronto e un e+g é c'è, basti pensare che ti fai tu la ricetta, non è necessario prendere kit già pronti.
Se compri il sacco del secco da 25 kg risparmi parecchio e si conserva bene, con le dovute cauzioni.
Non è il solo sperimentare ma la qualità è nettamente migliore.
Se poi pensi in un kit se vuoi leggermente migliorarlo aggiungendo estratto al posto dello zucchero ovviamente il prezzo sale.
I sacchi dei malti ben chiusi si conservano bene, il luppolo in congelatore possibilmente sottovuoto.
In AG poi il risparmio della materia prima è maggiore.
In sintesi, certamente spendo qualcosina in più ma sicuramente non ritornerei a un kit luppolato pronto
[-] 1 utente ha messo mi piace nel post di Letdarri:
  • elteo79
Cita messaggio
#5
alcune precisazioni...Partiamo dalle proporzioni

* 85%-95% costituito da malto liquido o secco Extra-light (oppure in sostituzione Light o Maris o Wheat). Da non usare Amber e Dark altrimenti tolto lo scopo di utilizzare i grani
* 5%-15% massimo costituto dai grani speciali --> http://forum.mr-malt.it/showthread.php?tid=4849

Consiglio di iniziare facendo per esempio 3 birra utilizzando lo stesso malto base da abbinare a 3 tipologie di grani diversi:
Extra-light + Carapils
Extra-light + Caraamber
Extra-light + Crystal

così facendo si iniziano a comprendere le differenze.

i grani rigorosamente macinati vanno messi in infusione col triplo di acqua esempio 330 gr di grani - 1lt di acqua a 68° per circa un'ora

Poi si passa alla bollitura
ecc. ecc.
L'è me vuler isgnâr al gat a rampar, se atzè an sorag le mei ca ta steghi al'öra...

[-] 1 utente ha messo mi piace nel post di 8gazza:
  • Mario61
Cita messaggio
#6
beh forse ce la faccio, mi preoccupa un po' l'aumento di attrezzatura perché non ho molto spazio a disposizione e fra pentola e serpentina mi sa che me ne andrà via parecchio. incomincerò a mettere da parte qualche soldino ed a studiare come organizzare lo spazio. i grani vengono venduti già macinati o da macinare? ho visto che ci sono dei kit già pronti

Inviato dal mio SM-G903F utilizzando Tapatalk
Cita messaggio
#7
Per la pentola va bene una da 20 lt, per non lavorare troppo in concentrato, ne trovi anche a poco prezzo, l'importante che sia meglio in acciaio.
La serpentina io l'ho costruita con del tubo di rame, ho faticato ad avvolgerla non avendo gli strumenti adatti, esteticamente non è bella ma fa il suo lavoro.
I malti non conviene prenderli macinati, non si conservano bene.
Con un po' di pazienza potresti modificare una macchina per la pasta, per max 1 kg di grani va più che bene
Con i kit in E+G effettivamente non hai sprechi, ma costano di più che prendere singoli materiali, inoltre la ricetta la fai a tuo piacere.
Un termometro e hai tutto.
Cita messaggio
#8
Io al posto della serpentina preparo circa 10 lt di ghiaccio con le confezioni dei gelati (servono circa 2gg ed il freezer).
Faccio bollitura da 15lt che rimarrà circa 13 a fine bollitura, butto il ghiaccio nel fermentatore in cui verso anche il mosto, per cui avrò 13 di mosto + 10 di ghiaccio = 23 lt finali

Vantaggi:
* La temperatura si abbassa velocemente
* risparmio in impianti ed acqua.
* Se la temperatura ancora non è corretta, chiudo il fermentatore ed attendo un'oretta ad inoculare. 

Svantaggi:
*non so se sia il metodo corretto...ma alla fine bevo birra!!!
L'è me vuler isgnâr al gat a rampar, se atzè an sorag le mei ca ta steghi al'öra...

Cita messaggio
#9
Ovviamente devi anche sanificare i contenitori che metti nel freezer.
Cita messaggio
#10
puoi farlo ma a mio parere è un eccesso di zelo!
L'è me vuler isgnâr al gat a rampar, se atzè an sorag le mei ca ta steghi al'öra...

Cita messaggio


Discussioni simili
Discussione Autore Risposte Letto Ultimo messaggio
  Differenze tralievito Fermentis T-58 e S-33 eligen 22 7,378 01-12-2016, 09:15
Ultimo messaggio: mikelemaggio

Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)