Login Register

Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Consigli per un principiante
#1
Buongiorno a tutti,
questa estate ho fatto la mia prima birra quindi sono un novellino alla prima esperienza e ho bisogno di consigli per valutare il processo/risultato. Ho paura di aver sbagliato più di qualcosa.
Ho iniziato con una Pilsner cercando di seguire la ricetta classica (senza aggiunte di additivi e/o spezie), utilizzando un malto preparato Black Rock Export Pilsner, il lievito quello presente nella confezione e lo zucchero da tavola.
Ho iniziato la fermentazione ad inizio luglio, faceva parecchio caldo, e la fermentazione è rimasta abbastanza stabile intorno ai 28°C quindi ho deciso di non aggiungere acqua fredda nel corso dei giorni (densità iniziale 1042). Dopo 4 giorni il gorgoglio è finito e dal 5° al 7° giorno, vedendo la densità  stabile a 1006, ho deciso di imbottigliare. Unico neo (non so se sia normale) ho notato un sacco di residui sul fondo del fermentatore quindi ho da subito avuto la sensazione che qualcosa fosse andato storto.
Ieri, dopo 3 mesi dall’imbottigliamento ho deciso di provare la mia prima birra.
Rispetto alla descrizione riportata sulla scatola (“"Pilsner" dal colore paglierino, limpida e dalla schiuma cremosa) noto subito una buona schiuma ma il colore non è cosi paglierino ma più ambrato. Il problema però è che ha un retrogusto che mi ricorda l’odore del malto che ho usato e questo non mi sembra molto gradevole.
Ho sbagliato tutto secondo voi? 7 giorni sono pochi anche avendo densità stabile? Se aspetto ancora un po’ prima di aprire la seconda bottiglia cambia qualcosa?
Vi ringrazio in anticipo.
Bruno
Cita messaggio
#2
(19-10-2020, 12:04 )KeyserSoze85 Ha scritto: Buongiorno a tutti,
questa estate ho fatto la mia prima birra quindi sono un novellino alla prima esperienza e ho bisogno di consigli per valutare il processo/risultato. Ho paura di aver sbagliato più di qualcosa.
Ho iniziato con una Pilsner cercando di seguire la ricetta classica (senza aggiunte di additivi e/o spezie), utilizzando un malto preparato Black Rock Export Pilsner, il lievito quello presente nella confezione e lo zucchero da tavola.
Ho iniziato la fermentazione ad inizio luglio, faceva parecchio caldo, e la fermentazione è rimasta abbastanza stabile intorno ai 28°C quindi ho deciso di non aggiungere acqua fredda nel corso dei giorni (densità iniziale 1042). Dopo 4 giorni il gorgoglio è finito e dal 5° al 7° giorno, vedendo la densità  stabile a 1006, ho deciso di imbottigliare. Unico neo (non so se sia normale) ho notato un sacco di residui sul fondo del fermentatore quindi ho da subito avuto la sensazione che qualcosa fosse andato storto.
Ieri, dopo 3 mesi dall’imbottigliamento ho deciso di provare la mia prima birra.
Rispetto alla descrizione riportata sulla scatola (“"Pilsner" dal colore paglierino, limpida e dalla schiuma cremosa) noto subito una buona schiuma ma il colore non è cosi paglierino ma più ambrato. Il problema però è che ha un retrogusto che mi ricorda l’odore del malto che ho usato e questo non mi sembra molto gradevole.
Ho sbagliato tutto secondo voi? 7 giorni sono pochi anche avendo densità stabile? Se aspetto ancora un po’ prima di aprire la seconda bottiglia cambia qualcosa?
Vi ringrazio in anticipo.
Bruno

Il gorgoglio non serve a nulla, l'unico tuo strumento di misura è il densimetro che ti deve accompagnare in ogni fase di processo. Solo lui ti può dare informazioni sulla fermentazione. 
Il sedimento è normale, le temperature non tanto, hai fermentato veramente altissimo, saresti dovuto stare intorno ai 20. 
Normalissimo che ti ritrovi una birra scuretta, con gli estratti non è possibile ottenere birre particolarmente chiare, per quelle va usata per forza la tecnica All Grain. 
Non si imbottiglia mai prima delle due settimane, bisogna dare tempo al lievito di finire di lavorare. 
Bevi la tua birra com'è, non avrà margini di miglioramento. 
Se vuoi migliorare la pienezza gustativa delle tue birre preparate da estratto prova a sostituire lo zucchero da tavola con estratto di malto extra light, prova a fare maniacale attenzione alle temperature di fermentazione (se puoi usando una cabina di fermentazione).
Cita messaggio
#3
Ok, grazie mille per le risposte e i consigli.
Riproverò a Novembre e cercherò di seguire alla lettera i consigli, se sarò soddisfatto successivamente inizierò con la tecnica All Grain.
Cita messaggio
#4
(19-10-2020, 03:56 )KeyserSoze85 Ha scritto: Ok, grazie mille per le risposte e i consigli.
Riproverò a Novembre e cercherò di seguire alla lettera i consigli, se sarò soddisfatto successivamente inizierò con la tecnica All Grain.

La tecnica All Grain è molto dispendiosa e richiedere molte attrezzature, spazio e studio. 
Se non sarai soddisfatto io ti consiglio di provare prima la tecnica E+G
Cita messaggio
#5
Segui i consigli di Kingema, soprattutto la temperatura, è fra le cose più fondamentali per ottenere un buon risultato, come lo ribadisco da anni sul forum una camera di fermentazione è indispensabile.
Per migliorare i kit, oltre ad utilizzare estratto secco, è meglio un lievito specifico per lo stile.
Per adesso concentrati sulle fasi fondamentali, come pulizia e sanificazione, controllo temperatura e fermentazione.
Anche in E+G non potrai ottenere delle birre molto chiare, soprattutto se usi l'estratto liquido, in questo caso meglio l'estratto secco, ma in bollitura, purtroppo, tende anche questo a scurirsi.
Ma sicuramente i risultati saranno migliori.
In ogni caso studia e documentati bene.
Cita messaggio
#6
Grazie Kingema
Per quanto riguarda la pulizia e sanificazione di tutti gli strumenti e bottiglie sono stato super maniacale. Sulla temperatura sono stato un ingenuo, mi sono fidato di quanto era scritto sul barattolo del malto e riportava una temperatura tra i 20°C e 30°C, quindi credevo che stando nel range i lieviti lavorassero ugualmente. Farò molta attenzione anche a questo.
Mi potresti indirizzare su qualche articolo/forum per documentarmi e capire quali sono i migliori abbinamenti estratto/lievito?
Grazie
Cita messaggio
#7
(27-10-2020, 12:06 )KeyserSoze85 Ha scritto: Grazie Kingema
Per quanto riguarda la pulizia e sanificazione di tutti gli strumenti e bottiglie sono stato super maniacale. Sulla temperatura sono stato un ingenuo, mi sono fidato di quanto era scritto sul barattolo del malto e riportava una temperatura tra i 20°C e 30°C, quindi credevo che stando nel range i lieviti lavorassero ugualmente. Farò molta attenzione anche a questo.
Mi potresti indirizzare su qualche articolo/forum per documentarmi e capire quali sono i migliori abbinamenti estratto/lievito?
Grazie
Hai familiarità con gli stili di birra?
Se ne hai puoi semplicemente consultare il sito del rivenditore e leggere lí specifiche dei lieviti e consigli sugli stili che producono.
Parti dai lieviti secchi che sono più semplici da gestire.
Se non sai classificare la birra in stili il mio consiglio è di leggere qualche libro e di consultsre il pdf ufficiale del BJCP (si trova anche in lingua italiana) e di bere...bere un sacco e bene guidato da qualcuno che ne sa più di te in un pub specializzato.

Inviato dal mio LM-G710 utilizzando Tapatalk
Cita messaggio


Discussioni simili
Discussione Autore Risposte Letto Ultimo messaggio
  Consigli per un principiante Matti05 2 192 30-10-2020, 01:51
Ultimo messaggio: Matti05
  NUOVA E PRINCIPIANTE ROSSANA 1 823 13-12-2017, 05:43
Ultimo messaggio: Nemex

Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)