Login Register

Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
impianto da 75 o 100 lt?
#1
Buonasera homebrewers, io e mio fratello siamo intenzionati a comprare dellle nuove pentole da un noto sito italiano con fondo 1,5 mm e di lato spessore 1,0 mm da sostituire a quelle da 23 lt attuale. lui è per quelle da 75 lt, io per quelle da 100. Dice che in bolllitura se la pentola è troppo grossa si perde molto in evaporazione, io pensavo a quelle da 100 per un fatto di tranquillità e per facilitare il filtraggio delle trebbie. Qualcuno che ci è già passato che mi può consigliare per farmi capire le possibilili problematiche? Magari anche relativo ai fermentatori? devo anche cambiare i fornelloni e prenderne due da 8,5 kw, ho visto il modello mammuth, qualcuno lo ha? fino a quanti lt si riescono a scaldare?

Vi ringrazio in anticipo

Giacomo
Cita messaggio
#2
Le pentole non le puoi prendere così a caso, vanno dimensionate in base al litraggio da produrre. Quindi innanzi tutto stabilisci quanti litri volete produrre mediamente ad ogni cotta poi la dimensione delle pentole verrà di conseguenza
Cita messaggio
#3
Ciao Giacomo,
io ho un impianto a tre pentole (90, 90, 45). A seconda della ricetta, in bollitura ho tra gli 80 e gli 85 litri, in fermentazione tra 75 e 80 e all'imbottigliamento - dopo i vari travasi, perdite, scarti, ecc. - circa 60-65 litri, qualche volta di più. I fermentatori sono da 100 litri, ma solo perché sono quelli che ho trovato. Sul discorso dei fornelloni, se ti orienti sui 100 litri, ti direi prendi i più potenti che puoi. I miei credo siano un po' sottodimensionati, però giocando di coperchio riesco a ottenere bolliture sufficientemente vigorose.
Ti faccio presente alcune mie osservazioni legate al trattare quantità di questo tipo.
1.  L'inerzia termica e le differenze puntuali di temperatura tra fondo e superficie sono notevoli in situazioni di pieno carico. Si nota sia nel mash sia in raffreddamento post-boil, quindi occorrerebbe attrezzarsi nella maniera più efficace possibile per il controllo delle temperature e per il raffreddamento.  
2. Questa probabilmente è una mia fisima: gli impianti a fuoco diretto comportano inevitabilmente una caratterizzazione di fondo (gusto/colore) nelle birre prodotte, derivante dalla caramellizzazione degli zuccheri nei pressi del fondo pentola. Secondo me (ma ripeto: si tratta di una mia considerazione) questa caratterizzazione cresce all'aumentare della grandezza del sistema pentola-fornello-mosto.
3. Ultima ma non meno importante: grosse quantità di mosto bollente con un impianto a pentole impongono una gestione attenta dei pericoli connessi: pesi, movimentazione dei liquidi, ecc.
Spero di esserti stato utile.
Cita messaggio
#4
Mi permetto di fare un commento che potrà sembrare banale dopo le considerazioni tecniche espresse sopra (che condivido a parte quella della caramellizzazione) : io da 50 l sono passato a 100 l e poi a 150 l... (siamo in 3 a dividercela) ergo la birra non è mai abbastanza! ;-)
Non risparmiare con la potenza del fornello e con il sistema di raffreddamento! (io ho acquistato da poco un sistema in controflusso tubo in tubo... Top!)

Inviato dal mio RNE-L21 utilizzando Tapatalk
Cita messaggio
#5
Vi ringrazio per le risposte, purtroppo non so ancora i litraggi finiti di birra da produrre, so solo che volevo aumentarla senza spendere un patrimonio. Ad esempio per i fornelli ho visto che fino a 8,5 kw hanno ancora un costo umano, per ora sto usando quelli da 5-5,5 kw. Quindi il ragionamento che facevo era di quanti lt riesco a lavorare con una potenza tale(la pentola da 100 lt misura di diametro 530 cm e di altezza 480 cm, quella da 75 lt, d=455cm e h=495cm) . Per quanto riguarda il raffreddamento mi sto attrezzando con una serpentina in acciaio inox da 12 bella lunga che sto facendo in officina. Poi c'è il terzo punto come ricordava giustamente mauser sulla movimentazione dei liquidi,sulla cottura non ci sono problemi perchè le pentole starebbero ferme e le faccio lavorare a caduta o con le pompe, il problema si pone sulla movimentazione dei fermentatori perchè dove (per ora) c'è lo stoccaggio dei fermentatori è lontano da dove cuocio e devo passare dentro casa e fare un bel tragitto con in mano 50/75 kg di birra :S.

Grazie nuovamente per le risposte

Giacomo
Cita messaggio
#6
Quando ho comprato l'impianto da 100lt mi son trovato in difficoltà con i fermentatori, ho dovuto acquistare una piccola pompa e i travasi sono stati da subito problematici per il peso degli stessi fermentatori. Sarebbe preferibile utilizzare un fondo troncoconico per facilitare il tutto con dei semplici spurghi.

Ho avuto (personalmente) anche difficoltà con il pitch di inoculo dei lieviti liquidi, un agitatore magnetico è stato obbligatorio e ogni birra mi ha richiesto più programmazione e diversi passaggi di starter.
Cita messaggio
#7
Quoto Kingema sul discorso dei lieviti liquidi, la situazione si complica molto.
Per lo spostamento dei fermentatori uso un paio di piattaforme in legno con rotelle, trovate presso una nota catena di materiale per bricolage. Molto funzionali. Il sollevamento scopo travaso però rimane un grosso problema.
Ciao
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)