Login Register

Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
Dubbio su malti preparati e delucidazioni
#1
Buongiorno ragazzi...
mi sento ancora un pesce fuor d'acqua poichè vi leggo spesso ultiamamente ed anche chi si affaccia per la prima volta in questo mondo ne sà sicuramente molto piu di me.

Vorrei qualche delucidazione sui Malti preparati.

Ho un kit di fermentazione, ancora in garage che in quest giorni dovrei far partire, compreso di 1 set di malto preparato.

Ovviamente come mia prima birra, rispetterò rigorosamente la ricetta riportata anche per capire se sono in grado di rispettare gli standard di puliza di gestione ecc ecc.

Le mie domande sono le seguenti....

1) quali sono qualitativamente i kit di malti preparati migliori ???  a me almeno da quello che leggevo... potrebbero interessare i Bulldog, sono buoni ?

2) so che con i kit base ed i malti preparati non si può agire molto di personalizzazione, ma se ho capito bene... la scelta di un estratto di malto, un aggiunta di luppolo e un lievito migliore possono migliorare la birra. ho capito bene oppure ho detto una gran cavolata ???

3) come faccio a capire senza star sempre a fare domande, per quella tipologia di birra quale sia il malto, il luppolo e il lievito ideale ???????

4) sto iniziando a capire le varie differenza tra kit , e+g ed all grain.... non so ancora quanto mi appassionerà, molto dipende da come si parte e si affronta il tutto, pertanto vorrei trarre il meglio dall'esperienza con i malti preparati.

5) non so se qualcuno può perdere un pò di tempo con me o consigliarmi qualche lettura non troppo impegnativa per risolvere questi miei quesiti.


Grazie a tutti
Cita messaggio
#2
(27-03-2020, 07:30 )deathnote83 Ha scritto: Buongiorno ragazzi...
mi sento ancora un pesce fuor d'acqua poichè vi leggo spesso ultiamamente ed anche chi si affaccia per la prima volta in questo mondo ne sà sicuramente molto piu di me.

Vorrei qualche delucidazione sui Malti preparati.

Ho un kit di fermentazione, ancora in garage che in quest giorni dovrei far partire, compreso di 1 set di malto preparato.

Ovviamente come mia prima birra, rispetterò rigorosamente la ricetta riportata anche per capire se sono in grado di rispettare gli standard di puliza di gestione ecc ecc.

Le mie domande sono le seguenti....

1) quali sono qualitativamente i kit di malti preparati migliori ???  a me almeno da quello che leggevo... potrebbero interessare i Bulldog, sono buoni ?

2) so che con i kit base ed i malti preparati non si può agire molto di personalizzazione, ma se ho capito bene... la scelta di un estratto di malto, un aggiunta di luppolo e un lievito migliore possono migliorare la birra. ho capito bene oppure ho detto una gran cavolata ???

3) come faccio a capire senza star sempre a fare domande, per quella tipologia di birra quale sia il malto, il luppolo e il lievito ideale ???????

4) sto iniziando a capire le varie differenza tra kit , e+g ed all grain.... non so ancora quanto mi appassionerà, molto dipende da come si parte e si affronta il tutto, pertanto vorrei trarre il meglio dall'esperienza con i malti preparati.

5) non so se qualcuno può perdere un pò di tempo con me o consigliarmi qualche lettura non troppo impegnativa per risolvere questi miei quesiti.


Grazie a tutti

La verità è che esistono poche informazioni tecniche sui malti pronti. 
Io mi sono trovato sempre bene con quelli della Brewferm, sta di fatto che le differenze tra un brand e un altro (almeno quelle che ho potuto constatare io) sono davvero minime. 

Iniziare con questi malti preparati per me è la cosa migliore, perché si impara bene l'igiene quanto sia importante, come ottenerlo e soprattutto si ha modo di osservare le criticità organizzative; tutte quelle cose a cui non pensi quando ti stai per mettere in moto ma che poi rappresentano un grosso problema nel pratico: dove poggio il fermentatore? dove metto le bottiglie sanificate? come afferro il tubo? dove lo poggio una volta pulito? tutte ste piccole cose insomma...

Sostituire lo zucchero con dell'estratto di malto, il lievito o aggiungere luppolatura può aiutare a personalizzare questi estratti. Il consiglio è sempre quelli di non toccarli troppo. Queste infatti sono delle ricette bilanciate, non stai bilanciando tu una birra partendo dall'ingrediente 1. 
La classica miglioria è quella di sostituire zucchero con estretto di malto quanto più chiaro possibile, perché normalmente la birra non contiene saccarosio. Questo è un fermentabile che viene consigliato solo ed unicamente per costo e praticità. 
Cambiare il lievito anche potrebbe aiutare ad avvicinarti ad un mondo un po' più "pro". Se vuoi farlo ti consiglio di utilizzare sempre dei lieviti secchi (che sono più semplici da conservare e gestire). 
Le informazioni sulle materie prime sono davvero tante, alcune complesse da reperire anche per noi più esperti:
Per quanto riguarda il lievito gli stili di birra sono scritti in descrizione sul sito dove acquisti, o comunque alla peggiore sul sito del produttore del lievito. 
Per quanto riguarda il luppolo si deve un po' ricercare, ti devi informare da solo. Si trovano delle tabelle che ti consigliano, tra cui anche le guide ufficiali del BJCP, imparerai a comprendere le differenze tra luppoli da amaro, da aroma, a riconoscere quelli continentali da quelli iper profumati e steroidati americani, fino alle note terrose anglosassioni. 
Bisogna aprire i forum e leggere, iscriversi a riviste specializzate e leggere tanto sui blog. 
Credimi che il web è veramente iper pieno, e poi ci sono anche i libri.
Cita messaggio
#3
Oltre ai consigli di Kingema, una delle cose più importanti nella birrificazione è il controllo della temperatura.
I malti preparati più o meno si equivalgono, puoi scegliere in base ai tuoi gusti, ma il controllo della temperatura è fondamentale per ottenere un buon risultato.
Ovviamente l'inizio sarà solo con in lieviti ad alta, più facilmente gestibili.
Ma ripeto, indipendentemente dai prodotti utilizzati, la buona riuscita, oltre alla pulizia/sanificazione, è il controllo della temperatura.
Fa la differenza tra una buona birra e una da buttare!
Cita messaggio
#4
Inanzitutto grazie per le delucidazioni... per me è importante poter contare sull’aiuto di persone esperte come voi.

In relta’ come accennato partirò con il kit che ho nello scatolo, tra l’altro ho anche un barattolo di estratto di malto, quindi sara’ l’unica modifica che farò, poi mi piacerebbe, nel caso non facessi fiasco (ma non mi arrenderò al primo tentativo) a cercare di migliorare un kit base quanto più è possibile. Ho solo l’esigenza di bere un ottima birra godendomela fino in fondo con anche la soddisfazione di averla fatta io..
È possibile apportando queste migliorie bere comunque una buona birra ??

Inoltre avrei una curiosità perché forse ho fatto confusione... ogni marca di kit fondamentalmente produce la stessa birra ?? Cioè a prescindere dal nome del kit potrò riprodurre che so una Lager solo che cambieranno magari in modo infinitesimale le composizioni??
Cita messaggio
#5
Dunque, migliorare un kit non è facile, è una miscela pronta ben bilanciata.
L'unica cosa che puoi modificare è aggiungere estratto di malto al posto delle zucchero e usare un lievito specifico.
Sicuramente sono migliori e c'è più scelta quelli liquidi, ma per un principiante ti sconsiglio di usarli.
Ti ripeto, le marche si equivalgono, le differenze sono minime, forse la differenza sono i lieviti, che poi è quello che fa la birra!
Io ho fatto pochi kit poi sono passato a E+G, ma la peggiore che mi è venuta era migliore ( e anche di molto) di una qualunque birra (chiamamole così) commerciale.
Cita messaggio
#6
Superare la birra commerciale è l’obbiettivo minimo.
Ma quindi aggiungere del luppolo ad un kit gia fatto è un errore?
Cita messaggio
#7
Si, magari in DH, cioè a metà fermentazione, ma se non ben eseguito c'è il rischio di infezioni e poi non va bene per tutti gli stili
Cita messaggio
#8
Diciamo che alla base di tutto c’è anche la scelta del “proprio stile” giusto, quindi la cosa più importante darebbe capire quale birra voglio ricreare giusto?? Questo diornde dai miri gusti o bisogna creare in primis qualcosa di semplice?
Cita messaggio
#9
tra l'altro ragazzi... avrei bisogno anche di un'altra particolare delucidazione. premesso che non passerei almeno per il momento e non credo nemmeno in futuro ad un ALL GRAIN, mentre mi entusiasma molto la E + G... vorrei capire una cosa, correggetemi se sbaglio..... i kit si dividono in 3 diverse soluzioni:

1) kit base, dove si deve aggiungere solo lo zucchero (o estratto di malto)
2) kit specifici, ne ho visti qualcuno su un sito, ma non so se posso dire il nome, dove oltre al malto, nello scatolo del kit ci sono luppolo fr,lievito appositamente per quel malto, destrosio ecc ecc, tutto rigorosamente già pesato e suddiviso dal produttore.
3) e+g che vuol dire, malto base in lattina ed il resto degli ingredienti luppolo fresco ecc ecc, che possono variare ed essere personalizzari per modificare (non troppo) la ricetta base di una birra.

Ho capito bene... oppure non c'ho capito una mazza ???
Cita messaggio
#10
Esatto.
Attenzione alle lager, in realtà nei kit c'è un lievito per alta, nulla di male, solo che non sarà una lager ma più o meno una Ale.
Per altri dubbi prima di iniziare chiedi pure
Cita messaggio


Discussioni simili
Discussione Autore Risposte Letto Ultimo messaggio
  Consiglio ricetta malti preparati pierol76 0 241 10-04-2020, 07:17
Ultimo messaggio: pierol76
  Estratto di malto in malti preparati Alessio Forconi 3 334 20-03-2020, 02:36
Ultimo messaggio: Letdarri
  birre commerciali e malti preparati dacej1951 14 2,871 21-02-2017, 03:31
Ultimo messaggio: Kingema
  Weizen (malati preparati) fabless 9 1,805 13-02-2017, 03:30
Ultimo messaggio: Letdarri
  Scadenza Malti preparati + Open Baladin Amber Fra Tuck 10 2,683 07-02-2017, 03:20
Ultimo messaggio: Fra Tuck

Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)