Login Register

Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
DRY A FREDDO
#11
Si dice, una delle tante regole che si prendono per buone, che il dry hop sia da preferire dopo il travaso per due principali motivi:
il primo di buon senso che è meglio inserire un corpo estraneo in un mosto con un certo grado alcolico poiché si diminuisce il pericolo di contaminazione grazie alla gradazione alcolica.
Il secondo e veniamo a noi dice che mettendo il luppolo durante la parte più attiva della fermentazione la grande produzione di co2 disperda gran parte del "profumo" generato dal luppolo.
Io mi sono sempre domandato come possa della co2 "infastidire" gli oli dispersi dal luppolo, ma vabbè alla fine comunque ci sono altri motivi buoni per inserire il luppolo il più tardi possibile..

Lollo
"Esplorai le religioni e l'alcol: trovai in quest'ultimo maggiori speranze di consolazione duratura"

"Odio la guerra, detesto gli eserciti, amo combattere"

Cita messaggio
#12
(05-11-2014, 01:19 )Lollo Ha scritto: Io di contro voglio provare gli oli di luppolo in vendita su mr malt,

Gli ho usati, tutti i 3 tipi e in 2 modi differenti! Non ricordo (e non ho voglia di cercare Smile ) se avevo postato qualcosa qui o su qualche forum ammerecano, e SECONDO ME, non servono a nulla!

Gli ho usati stile dh, al travaso, e prima di imbottigliare. Una singola boccetta dovrebbe essere (secondo le indicazioni) + che sufficiente per i 23 litri classici ma io, quello citrussy, l'ho usato doppio (!!) in una classica golden ale, fra le prime e+g che ho fatto...

Io non gli ho sentiti, nada, nisba, niente...

Visto che commercialmente si usano (è credo non solo birre industriali), mi vien da pensare che O le proporzioni siano quadruple e +, o si tratta di altri oli!

(09-11-2014, 02:07 )femtobirraio Ha scritto: No scusate un attimo: cosa significa che "l'aroma viene disperso dalla fuoriuscita della CO2"? Perchè ammetto la mia ignoranza in campo di homebrewing, ma so qualcosa di fisica e chimica e questa frase non ha alcun senso!

(09-11-2014, 03:08 )Lollo Ha scritto: Io mi sono sempre domandato come possa della co2 "infastidire" gli oli dispersi dal luppolo, ma vabbè alla fine comunque ci sono altri motivi buoni per inserire il luppolo il più tardi possibile..

Nonostante posso rilanciare Femto, con la mia ignoranza in campo HB, io ho sempre associato l'idea a questo: in fondo, l'estrazione + tradizionale di oli essenziali, non è forse per condensazione gassosa? Cioè si usa un solvente grasso inodore per estrarre l'olio (non sempre, a seconda della sostanza di partenza), poi si unisce all'acqua, si distilla (ovvero si scalda) e si condensa il vapore, per raffreddamento... Siccome durante la fermentazione ci son diverse reazioni esotermiche, che portano alla produzione di CO2, forse l'olio potrebbe unirsi in qualche modo a quest'ultima e venire espulso?

Infine, fra i metodi di distillazione c'è quello sottovuoto con anidride carbonica in stato "supercritico", ovvero + di 100 atmosfere (a t di almeno 27°C), in cui la CO2 ha proprietà sia di liquido che di gas ma solitamente si lavora a pressioni di 200 e oltre atmosfere...
Non credo sia il nostro caso... ma si potrebbe pensare che tutta la storia della fermentazione vigorosa che leva aroma di luppolo derivi da qualcosa del genere??
[-] 1 utente ha messo mi piace nel post di lomandy:
  • Lollo
Cita messaggio
#13
Gli estratti di luppolo vengono usati da alcuni birrifici anche nostrani sopratutto per le american ipa, double ipa e simili.....quella che è considerata urbi et orbi ( non solo raters e nerd, anche semplici appassionati e spero un giorno di poterla bere) la migliore ipa del mondo, ossia la Pliny The Elder di Russian River è preparata usando estratti di luppolo perchè a detta del birraio Vinnie Curzo ottenere gli IBU e l'apporto aromatico di quella birra usando il luppolo vero e proprio comporterebbe usare valanghe di luppolo il che a sua detta pregiudica non poco l'eleganza del prodotto
Un sorso di birra alle verdi brughiere, e un altro ai mocciosi coperti di fango, un brindisi anche agli gnomi e alle fate e ai folletti che corrono sulle tue strade....
Cita messaggio
#14
(09-11-2014, 01:08 )alexander_douglas Ha scritto: ...

... infatti quando li ho presi, speravo funzionassero... che vi devo dì... provateli anche voi, se funzionano, vuol dire che ho 3 sensi anziché 5!
Cita messaggio
#15
bisogna vedere se loro usano gli stessi nostri Smile
Un sorso di birra alle verdi brughiere, e un altro ai mocciosi coperti di fango, un brindisi anche agli gnomi e alle fate e ai folletti che corrono sulle tue strade....
Cita messaggio
#16
Io l'ho preso per curiosità, l'aroma è pressoché nulla, il sapore forse c'è... Non può essere comunque usato da solo per ottenere la botta di luppolo che si sente nelle ipa meglio riuscite. Il metodo giusto secondo me è a noi ancora sconosciuto.
Le temps ne respecte pas ce qui se fait sans lui
Cita messaggio
#17
Ok mi avete fatto risparmiare tempo e denaro: li tolgo dal carrello 'sti oli.
C'era il buo Beel che mi aveva consigliato una infusione di luppolo in alcol per dare la botta di luppolo alle birre, lui la usava con grandissima soddisfazione.
Devo ritrovare il thread

Lollo
"Esplorai le religioni e l'alcol: trovai in quest'ultimo maggiori speranze di consolazione duratura"

"Odio la guerra, detesto gli eserciti, amo combattere"

Cita messaggio
#18
(09-11-2014, 03:12 )alexander_douglas Ha scritto: bisogna vedere se loro usano gli stessi nostri Smile

Si esatto!
Ogni volta che ad un homebrewer viene un idea stramba, nel mondo un mastro birraio muore!!!


Cascade - Saaz - EK Golding - Hellertau
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)