Login Register

Valutazione discussione:
  • 0 voto(i) - 0 media
  • 1
  • 2
  • 3
  • 4
  • 5
dry-hop
#1
salve a tutti...la domanda è squisitamente tecnica e forse anche un po banale...ma ve la pongo lo stesso.
Ho fatto una saison fermentata a 25°C.. dopo una settimana primo travaso e passati altre 10gg la fermentazione è conclusa ed è giunto il momento del Dry-hop.
Ora io pensavo di fare un travaso viste le elevarte temperature di fermentazione e visto che comunque ho inoculato un bel quantitativo di lievito...ma mi sorge il dubbio...
- se faccio il DH dopo il travaso mi troverò sui 23/24°C e poi vado in camera di fermentazione fino a 20°C... a 23/24°C c'è il rischio di estrazioni indesiderate?
- se faccio il travaso ed aspetto che la temperatura scenda sui 20°C dovrei riaprire il fermentatore.. E NON SI FA!!!!

che mi consigliate?
grazie
D.
Cita messaggio
#2
Perché non cominci semplicemente ad abbassare la temperatura da adesso? Io farò il Dry tra 3 giorni a temperatura di crash cooling. A 25 gradi difficile tu estragga sapori indeaiderati.

Inviato dal mio LG-H815 utilizzando Tapatalk
Cita messaggio
#3
Perche non ci ho pensato!!! Adesso 25°C...porto a 20°C...travaso e DH per 3gg e poi winterizzazione per altri 3/4gg???

Inviato dal mio Nexus 5X utilizzando Tapatalk
Cita messaggio
#4
Guarda che 25C per le saison sono acqua fresca.

Secondo me fare DH a 20 o a 25 non cambia granchè: sicuramente estrai meglio gli olii e le resine.
Dal DH estrai schifo solo se - da quello che so - lo fai troppo lungo, tipo 2 settimane.

Non temere ad aprire il fermentatore a fermentazione conclusa: l'alcool che c'è nella birra scongiura ottimamente eventuali proliferazioni.
Chiaro che non devi alitarci sopra brett, lambic o materia fecale, eh
Homebrewing: un hobby col percentile più alto di seghe mentali rispetto a qualsiasi altro!

POCHE SEGHE MENTALI, TANTI LITRI IN CANTINA (cit.)
[-] 1 utente ha messo mi piace nel post di Lo Zingaro:
  • danicomix
Cita messaggio
#5
(26-04-2017, 01:56 )Lo Zingaro Ha scritto: Guarda che 25C per le saison sono acqua fresca.

Secondo me fare DH a 20 o a 25 non cambia granchè: sicuramente estrai meglio gli olii e le resine.
Dal DH estrai schifo solo se - da quello che so - lo fai troppo lungo, tipo 2 settimane.

Non temere ad aprire il fermentatore a fermentazione conclusa: l'alcool che c'è nella birra scongiura ottimamente eventuali proliferazioni.
Chiaro che non devi alitarci sopra brett, lambic o materia fecale, eh

ahahah messaggio chiarissimo!!!
Cita messaggio
#6
salve, quale luppolo mi consigliate di usare per fare un IPA amara e allo stesso tempo con gusto erbaceo ?
meglio in coni oppure pellet? premetto che ho un infusore in acciaio inox ,quindi non ho problemi di filtraggio
grazie
Cita messaggio
#7
Milos, più dettagli. Dalla tua descrizione potrebbe anche andare bene il Saaz Big Grin

A parte ciò, consiglio il pluripotente Cascade, Re incontrastato di ogni IPA intorno agli anni 2000. Sennò, c'è il Citra, ma lo senti dovunque e io ne ho un po' piene le balle

Addios
Homebrewing: un hobby col percentile più alto di seghe mentali rispetto a qualsiasi altro!

POCHE SEGHE MENTALI, TANTI LITRI IN CANTINA (cit.)
[-] 1 utente ha messo mi piace nel post di Lo Zingaro:
  • milos
Cita messaggio
#8
dal Citra tiri fuori di tutto tranne che l'erbaceo
Tilt Brewery
HBL - HomeBrewers Lombardi

- Le temps ne respecte pas ce qui se fait sans lui -
[-] 1 utente ha messo mi piace nel post di christiantilt:
  • milos
Cita messaggio
#9
del simcoe cosa ne pensate ?
Cita messaggio
#10
(03-05-2017, 02:01 )tachristiantilt Ha scritto: dal Citra tiri fuori di tutto tranne che l'erbaceo

Assolutamente, lo cito come luppolo protagonista del XXI secolo nelle birre luppolate! Magari cambia idea e preferisce l'agrumato all'erbaceo Wink
Homebrewing: un hobby col percentile più alto di seghe mentali rispetto a qualsiasi altro!

POCHE SEGHE MENTALI, TANTI LITRI IN CANTINA (cit.)
Cita messaggio


Vai al forum:


Utenti che stanno guardando questa discussione: 1 Ospite(i)